Lui si chiama Alec Newald ed è scomparso per 10 giorni quando è stato portato su un altro pianeta. Nel video che mostriamo di seguito, Alec racconta la sua esperienza di come la vita lo ha cambiato e descrive la tecnologia organica estremamente avanzata che gli  ha permesso anche di “crescere”, così come nel suo ambiente.

Astronavi Coscienza

Parla anche di come i veicoli spaziali sono gestiti da una coscienza che si  “fonde” quindi si interfaccia con l’equipaggio della nave. Sono delle vere e proprie Astronavi Coscienza che sono in grado di creare WormHoles o Stargate sfruttando la famosa Rete Cosmica dell’Universo. Infatti, Alec è consapevole di sé, come quello che ha più volte detto che tutto ciò che ha visto è possibile nei regni superiori. Gli alieni che lo hanno portato a bordo della nave spaziale erano come gli esseri umani, ma tecnologicamente avanzati in grado di aumentare la loro vibrazione biologica e tecnologica in modo che i loro corpi poi erano meno densi e quindi erano in grado di viaggiare attraverso lo spazio.

Infatti troviamo la storia di Alec particolarmente affascinante e i ricercatori che lo hanno incontrato e fatto parlare alla conferenza NEXUS del 1996, non hanno avuto motivo di dubitare della sua storia.

L’esperienza di Alec Newald comincia nel 1989, dove il suo percorso di vita ha preso una strada inaspettata quando è stato portato a bordo di una astronave da un gruppo di Extraterrestri benevoli per dieci giorni e trasportato sul loro pianeta. Quello che ha imparato e sperimentato durante il suo soggiorno con questi esseri dall’aspetto umano ha profonde implicazioni per tutti noi qui sulla Terra. Poco dopo il suo “ritorno”, Alec ricevette strane visite da “scienziati governativi” che volevano conoscere la sua esperienza.

Le sue incredibili esperienze sul pianeta Haven e abordo dell’astronave aliena sono di grande importanza per il futuro dell’umanità e i nostri cugini galattici. Il Pianeta Terra potrebbe avere la opportunità di cambiare percorso e fare un salto di qualità, superare barriere grazie alle tecnologie biologiche avanzate di queste razze extraterrestri, ma qualcuno in alto all’Elite di Potere non vuole, che al contrario desidera che l’Umanità rimanga schiava nella sua Prison Planet (prigione planetaria).

A cura della Redazione Segnidalcielo