Recentemente, il cacciatore di UFO Marcelo Irazusta ha scoperto sulla superficie della Luna due possibili tunnel costruiti molto vicino alle stazioni ( o siti)  di atterraggio delle missioni Apollo. Questi tunnel sono stati eliminati misteriosamente nelle nuove versioni della mappa Google Moon.

uno dei tanti moniliti scoperti sulla superficie lunare

Il ricercatore Scott Waring ha commentato questi strani monoliti affermando che non sono naturali. Il cacciatore di UFO Marcelo Irazusta, ha trovato due lunghi tunnel sulla luna e alla fine di uno di questi tunnel si può osservare un monolite molto alto. Il fatto che un monolite sia alla fine di uno dei tunnel è la prova che questi tunnel sono entrate per basi sotterranee che sono stati costruiti da esseri intelligenti.

Questi due tunnel scoperti possiedono la lunghezza di 1,7 km  e 5 metri di larghezza. Il ricercatore argentino Marcelo Irazusta, ha dichiarato che questi due tunnel e il monolite, si trovano a pochi metri dalla stazione 6 della missione Apollo 17. Tuttavia, come si vede nel video, alcune versioni di Google Moon hanno rimosso queste immagini.

La domanda che tutti si pongono è: perché questi tunnel misteriosi vengono nascosti? Cosa stanno cercando di nascondere? Forse le missioni Apollo erano state effettuate per osservare antiche strutture aliene? Oppure le missioni americane avevano come scopo quello di sondare il terreno lunare per le future basi sotterranee super segrete?

Fortunatamente, Marcelo Irazusta, oggi conserva le immagini e le rende disponibili a tutti attraverso questo video (sotto). Le immagini sono della NASA e pubblicate da Google Moon.

Se qualcuno vuole verificarli, puoi vedere queste coordinate 20 ° 18’17.13 “N 30 ° 47’28.68” E

A cura della Redazione Segnidalcielo