Entità aliene catturate da una rete di telecamere all-sky della NASA

0
90

Alcuni miti e idee sbagliate su ciò che la mente umana non riesce ancora a comprendere in modo razionale tendono a differire tra loro in modo soggettivo .

Uno di questi miti, e precisamente quello degli Ufo, si riduce al fatto che finora nessun astronomo professionista ha mai visto un” disco volante svolazzare dinanzi alla lente del proprio telescopio. “Non ci sono fatti fondamentalmente nuovi che possano sostenere la tesi dei” dischi volanti “ha dichiarato un affermato astronomo.
Quello che è certo è che nessun di loro ha mai dichiarato pubblicamente di aver visto un oggetto volante non identificato nonostante che la loro attenzione fosse rivolta costantemente nello scrutare il cielo notturno punteggiato da innumerevoli corpi celesti. Secondo quanto riportato dall’agenzia di stampa Pravda, il 29 febbraio 1968, gli astronomi russi avrebbero scoperto strani crateri sulla Luna, pianeti potenzialmente abitabili e dozzine di satelliti naturali. Per non parlare delle stranezze individuate all’interno degli anelli di Saturno, delle centinaia di comete e migliaia di asteroidi.
Nonostante ciò nessun disco volante è stato individuato finora dall’occhio attento degli astronomi. A tal proposito bisogna ricordare che ogni notte, una rete di telecamere all-sky della NASA scansiona costantemente i cieli degli Stati Uniti al fine di individuare l’avvicinamento di pericolosi meteoriti e altri corpi celesti . Nella notte del 13 dicembre 2017 una delle webcam ha improvvisamente catturato qualcosa di “strabiliante”.
Ciò che appare nel sottostante filmato sono degli strani esseri di luce e oggetti a forma di ciambella che fluttuano nel cielo notturno. L’autore della segnalazione è un certo Nemesis Maturity il quale si chiede se in questa porzione di cielo statunitense non si nasconda un portale multidensionale.

via MisteroUfo