Ogni volta che parliamo di Nikola Tesla, non si può fare a meno di chiedersi come sia possibile che un uomo come lui sia passato inosservato nei libri di storia? Voglio dire, perché qualcuno come Tesla è stato letteralmente cancellato dalla storia? Perché la sua eredità viene esclusa dalla società?

Tesla era un uomo in anticipo sui tempi, e le sue innumerevoli invenzioni sono la prova che quest’uomo era, di fatto, l’inventore più incredibile mai vissuto sulla Terra. Se non fosse per quest’uomo, cose come smartphone, radio, dispositivi telecomandati, ecc … sarebbero qualcosa di totalmente sconosciuto per noi. Nel 1928, Tesla aveva persino registrato un altro brevetto: numero 1655144. Una macchina volante che non assomigliava ne a un elicottero ne a un aeroplano.

Prima della sua morte, Tesla aveva sviluppato i piani per il sistema di propulsione del suo aereo. Lo aveva chiamato “SPACE DRIVE” o sistema di propulsione a campo anti-elettromagnetico. È interessante notare che, secondo William R. Lyne in “Occult Ether Physics”, in una conferenza che Tesla aveva preparato per il Migrant Welfare Institute il 12 maggio 1938, parlò della teoria dinamica della gravità.

Nikola Tesla aveva dichiarato: “C’è una differenza tra progresso e tecnologia, il progresso giova all’umanità. La tecnologia non deve farlo.

Gli alieni, Tesla e il primo disco volante artificiale

Una notte, quando era solo in laboratorio, Tesla osservò con cautela quelle azioni elettriche che sembravano essere sicuramente segnali intelligenti. I cambiamenti furono effettuati periodicamente e con una chiara indicazione di numeri e ordini che non potevano essere attribuiti a nessuna causa allora nota a lui.

Questo incidente fu il primo di molti che Tesla intercettò, ciò che sentì come segnali intelligenti dallo spazio. A quel tempo, eminenti scienziati sospettavano che Marte potesse essere un probabile rifugio per una vita intelligente nel nostro sistema solare, e Tesla inizialmente pensò che questi segnali potessero provenire dal pianeta rosso, ma conclusero che questi segnali potevano essere in realtà ‘segni’ che hanno avuto origine da qualche parte nello spazio.

Egli ha menzionato questi segnali in una lettera al giornalista Julian Hawthorne nella zona di Philadelphia del Nord America l’8 dicembre 1899 e il 1 dicembre 1900 scrisse una lettera su possibili scoperte nel nuovo secolo indirizzata alla Società della Croce Rossa, dove ha fatto riferimento ai messaggi “ultraterreni” che aveva letto.

Ma Tesla non fu l’unico a poter intercettare questi segnali misteriosi. Guglielmo Marconi, era un inventore italiano e ingegnere elettrico, conosciuto per il suo lavoro pionieristico nella trasmissione radio a lunga distanza e per il suo sviluppo della legge di Marconi e un sistema radio telegrafico. Guglielmo Marconi intercettò anche segnali provenienti dallo spazio pochi anni dopo Tesla. I ricercatori hanno affermato che Tesla e Marconi hanno intercettato gli stessi segnali, chissà, forse provenienti dalla sonda aliena Black Knight.

Realizzato da Tesla: il primo disco volante

I metodi utilizzati nella progettazione del disco volante corrispondono alle descrizioni di coloro che affermavano di aver visto dall’interno di un UFO: un condensatore discoidale grande abbastanza per fornire energia e spinta per volare, mentre altri piccoli condensatori per il controllo della sterzo del disco volante, che ha aggiunto un sistema di stabilizzazione giroscopico e un comando di guida elettrica. E se tutto ciò non bastasse, Tesla ne ha avuti di più di spunti sulla costruzione del velivolo; l’interno della nave era dotato di schermi piatti e videocamere esterne per gli angoli ciechi del pilota.

È fondamentalmente un aereo incredibilmente ben progettato, che potremmo effettivamente costruire oggi. O l’abbiamo già costruito? … Cosa è successo a questa invenzione? Perché non stiamo volando nello spazio con l’incredibile invenzione di Tesla?

A cura della Redazione Segnidalcielo