Ben Miller, possiede un dottorato in fisica quantistica e avverte dei grandi implicazioni religiose, politiche e sociali che ci saranno per il primo incontro dell’umanità con la vita extraterrestre.

“Nei prossimi dieci anni sapremo se pianeti come la Terra che sono più vicino a noi, siano o no abitati, ovvero che possano dare segni di vita aliena” –  dice il dottorato di ricerca in Fisica Quantistica, comico e presentatore televisivo britannico Ben Miller, durante una intervista alla National Geographic.

Per Miller, il primo incontro tra gli esseri umani con una forma di vita extraterrestre, avrà grandi implicazioni religiose, politiche e sociali per l’umanità, perché, una volta che si scopre che la vita esiste su altri pianeti “dobbiamo tenere a mente che ci sono altre forme di vita intelligente e civiltà aliene “.

Risultati immagini per alien search

Il lancio che avverrà quest’anno del telescopio Transiting Exoplanet Survey Satellite (TESS),  aiuterà a determinare se ci sia vita (o tracce di vita) in uno o alcuni dei miliardi di pianeti appartenenti a vari sistemi stellari che sono più vicini alla Terra. Il TESS sarà alla ricerca di segni nelle loro atmosfere per trovare tracce di ossigeno o di acqua liquida sulla superficie, come ad esempio la recente scoperta di un oceano di acqua nel pianeta Proxima B, che appunto orbita intorno alla stella Proxima Centauri.

Immagine correlata

Risultati immagini per ben miller, alien search

Per quanto riguarda la possibilità che possiamo ricevere un messaggio dallo spazio da parte di razze aliene,  Ben Miller ritiene che non sarà un problema, anche se sarà difficile da decriptare e tradurre.

“Noi non abbiamo una stele di Rosetta , quando abbiamo ricevuto il messaggio alieno sarà un compito difficile a tradurre. Ma ci sono molte idee intelligenti per creare una stele di Rosetta con tutti i tipi di informazioni, dati matematici, fisici, tra cui l’Internet, in modo da riflettere meglio come è la nostra specie e la società, e quindi trovare qualcosa in quelle informazioni che gli alieni hanno in comune con noi” – ha dichiarato Miller durante l’intervista fatta alla Royal Institution.

A cura della Redazione Segnidalcielo

loading...
loading...