Una flotta di velivoli Anti Gravità TR3B è stata filmata in Brasile insieme ad alcuni velivoli alieni. Come molti sanno, il TR-3B è un velivolo triangolare che sfrutta la propulsione ad antigravità, e può essere alimentato da un piccolo reattore nucleare che fornisce l’energia al MFD o Magnetic Field Switch che genera interruzione della gravità. Questo velivolo sembra essere stato costruito con la nuova tecnologia aerospaziale progettata e creata dal CMITF (Complesso di tecnologia militare e industriale aerospaziale americano) che ha le sue radici nell’AREA 51 dei Black Project.

Foto sopra e sotto: a sinistra un velivolo alieno si avvicina a un TR3-B visibile sulla destra. Le immagini sono tratte dal video registrato in Brasile

Infatti questo velivolo fino a poco tempo era un esperimento Top Secret sviluppato e creato nell’ambito del Progetto Aurora in collaborazione con lo SDI (Strategic Defense Initiative) e sponsorizzato con un budget di fondi cosidetti “neri”.

Il seguente documento è la traduzione della descrizione di questo manufatto che Edgar Rothschild Fouche vide in Nevada nel 1998.

Il Sig. Fouche ha lavorato a Programmi governativi nel settore della difesa negli ultimi 30 anni, tra cui l’Area 51 a  Groom Lake e la Air Force Base di Nellis per diversi anni, aveva un nulla osta anche in progetti Ultra Top Secret.

Fouche descrive il sistema di propulsione TR-3B come segue: “Un anello acceleratore circolare riempito di plasma chiamato Magnetic Field Disrupter (MFD o Magnetic Field Switch) circonda la cabina di pilotaggio dell’equipaggio, è molto al di là di qualsiasi tecnologia immaginabile … Il plasma, a base di mercurio, viene pressurizzato a 250.000 atmosfere ad una temperatura di 150 gradi Kelvin e accelerato a 50.000 giri al minuto per generare un plasma superconduttore con il risultato dell’interruzione della forza di gravità.

Navicella spaziale triangolare – Brevetto US 20060145019 A1 Veicolo spaziale avente uno scafo triangolare con cariche elettrostatiche rotanti, disposti in linea verticale di ciascun angolo che producono un campo elettrico orizzontale parallelamente ai lati dello scafo. Questo campo, interagendo con un’onda piana emessa dalle antenne sul lato dello scafo, genera una forza per volume che combina una propulsione ad ascensore.

Il  Magnetic Field Disrupter genera un vortice di campo magnetico, che interrompe o neutralizza gli effetti della gravità su qualsiasi massa che si trova nelle vicinanze, in una percentuale dell’89%. Ciò significa che la forza “G” è ridotta dell’89%. L’MFD che possiede il TR-3B fa sì che il veicolo sia estremamente leggero e possa effettuare manovre che nessun altro aereo potrebbe effettuare. Le mie fonti dicono che le possibilità sono limitate solo dalla resistenza fisica dei piloti umani. Il che è molto, considerando la riduzione dell’89% della massa, anche le forze G sono ridotte dell’89%. L’equipaggio del TR-3B potrebbe supportare comodamente fino a 40G … ridotto dell’89%, gli occupanti si sentirebbero solo 4.2G.”

Dopo anni e anni di battaglie da parte della comunità internazionale di ufologi e del Disclosure Project, fu scoperto un anno fa il brevetto di questo velivolo (TR-3B) del Programma Spaziale Segreto,  che mostra appunto la navicella triangolare. La ricerca conferma che l’inventore, John St. Clair, ha inoltre sviluppato e brevettato un nuovo tipo di sistema di propulsione. Questo nuovo sistema è chiamato “rotating electrostatic propulsion system” – sistema di propulsione a rotazione elettrostatica. Di seguito link dove sono disponibili i brevetti del TR-3B e del sistema di propulsione elettrostatico.

https://www.google.com/patents/US20060145019?pageId=111028569981762970673

via Segnidalcielo Magazine