Gli scienziati hanno osservato doppi mulinelli incredibilmente rari che girano in direzioni opposte in prossimità della Corrente dell’Australia orientale.

Le masse rotanti di acqua, più comunemente conosciute come vortici, sono un evento abbastanza comune e svolgono un ruolo vitale nella vita dell’oceano. I vortici, che sono in grado di raggiungere lunghezze superiori a sessanta miglia, sono normalmente creati dalla turbolenza delle correnti oceaniche.

Secondo Chris Hughes, un oceanografo dell’Università di Liverpool, in Inghilterra, una volta che i mulinelli raggiungeranno un certo livello di forza, cominceranno a dividersi in piccoli vortici.

“Mi è capitato di notare un piccolo elemento nel Tasman Sea [tra Australia e Nuova Zelanda] che si stava comportando in modo molto strano£”, dice Hughes. “Quasi tutti questi vortici si spostano lentamente verso ovest, ma questo piccolo vortice stava andando rapidamente verso est. “

Hughes spiega che i vortici sono incredibilmente importanti per la vita nell’oceano. Sono responsabili della miscelazione dell’acqua proveniente da diverse aree dell’oceano, stimolando i nutrienti che si trovano comunemente nelle acque profonde e modellano le correnti oceaniche circolari con un effetto cumulativo. In questo modo, i vortici possono trasportare calore dall’equatore alle acque circostanti i poli che tendono ad essere notevolmente più fredde.

Un vortice fotografato dal satellite Terra della NASA

A partire dagli anni ’70, i matematici che studiano le correnti lasciate sulla scia dei vortici hanno creduto che i circoli vorticosi dell’acqua potessero riunirsi e viaggiare in coppia. Mentre i doppi mulinelli, non sono mai stati visti prima in natura. Tuttavia, grazie ai miglioramenti della tecnologia satellitare, Hughes e altri scienziati sono stati in grado di individuarne uno nella corrente dell’Australia orientale.

Un po’ sorprendentemente, sembra che queste coppie di vortici si muovano attraverso l’acqua a velocità fino a dieci volte più veloci delle loro controparti  e che siano collegate con un vortice a forma di U. Oltre alla loro interessante formazione, Hughes crede anche che siano strettamente connessi alla vita marina della zona.

Crede che le correnti del mulinello possano catturare piccole creature marine e trasportarle su grandi distanze, molto probabilmente attraendo creature più grandi lungo la strada. “È possibile che ci siano branchi di particolari tipi di pesci che seguono questi vortici per le loro condizioni speciali”, dice Hughes,

La corrente dell’Australia orientale è peculiare perché ha condizioni drammaticamente diverse rispetto alle acque circostanti, comprese le temperature più calde. Ciò potrebbe significare che i vortici che si formano nella corrente potrebbero essere unici nella regione. Come spiega Hughes, richiederà ulteriori ricerche per determinare se i doppi mulinelli sono particolari per questa specifica area o se sono in grado di spuntare in altre zone degli oceani.

Ha pubblicato i suoi risultati il ​​4 dicembre in Geophysical Research Letters .

source

via HackTheMatrix