Sebbene la religione cattolica sia teoricamente antropocentrica e predica che Dio abbia creato solo l’essere umano, dal profondo del Vaticano non credono esattamente che sia così. L’interesse per il cosmo della Santa Sede ha diversi scopi tra cui anche lo studio per il culto ancestrale per le stelle e l’astrologia, così come la verifica dell’esistenza della vita extraterrestre e degli antenati dei pagani.

Dal SPT, South Pole Telescope, il governo degli Stati Uniti, attraverso l’agenzia  NASA, si suppone segua, in segreto, la rotta permanente del Pianeta X, o Nibiru, in un approccio all’orbita della Terra. Questa missione astronomica nella base di osservazione spaziale dell’Antartide sarebbe stata lanciata il 16 febbraio 2007.

Ma chi gestisce direttemante le informazoni è il Vaticano stesso, perché la Santa Sede ha a sua disposizione una rete di osservatori astronomici ed ha i suoi progetti spaziali.

Nel 1997, il padre gesuita Malachi Martin, un prete molto colto ha detto in un’intervista che il pianeta Hercobulus avrebbe potuto causare milioni di morti entro un decennio. Padre Martin è morto improvvisamente nel 1999, e molti pensano che sia stato messo a tacere.

Il gesuita spiegava come la catastrofe che è nascosta nel Terzo Segreto di Fatima potrebbe essere correlata al pianeta X.

Poche persone sanno che l’Hubble Space Telescope ha un fratello gemello segreto, lo “SkyHole 12”. Ma questo è solo uno degli occhi segreti con cui il Vaticano guarda il cielo.

Il Vaticano segue i movimenti di Hercobulus, fondamentalmente da due basi segrete per l’esplorazione spaziale, opportunamente mimetizzate: una di loro è in Cile e l’altra in Alaska. Questi due osservatori segreti vaticani sono gestiti esclusivamente dalla sezione di scienziati astronomici dell’Ordine dei Gesuiti.

Già ai tempi di Papa Pio XII, il SIV (Servizio segreto vaticano) era a conoscenza dell’approccio alla Terra di un pianeta che avrrebbe provocatoì seri pericoli. Fu per questo motivo che nei primi anni ’90, il Vaticano lanciò il Programma spaziale “Siloe”, una missione segreta che faceva parte di un ampio progetto spaziale, chiamato “Kerigma”.

Per il programma spaziale segreto “Siloe” del Vaticano, è stata costruita segretamente una sonda all’interno dell’Area 51, lontano dagli occhi degli scienziati civili della Nasa, che avrebbero potuto far trapelare informazioni al pubblico. Per il lancio della sonda del Vaticano “Siloe” nello spazio, con la missione di cercre informazioni sul Pianeta X, non è stato usato nessun razzo NASA, ma è stata portata nello spazio da un velivolo militare super-segreto “Aurora”, che è un tipo di aereo che può lasciare l’atmosfera terrestre e viaggiare nello spazio.

Il veicolo spaziale super-segreto “Aurora” è stato quindi usato per la missione “Secretum Omega” del Vaticano. È così che la sonda del Vaticano “Siloe” è andata nello spazio, senza nemmeno passare per la NASA. Il progetto Aurora top secret ha il suo dipartimento militare e il suo budget, all’interno del governo degli Stati Uniti, al più alto livello.

L’obiettivo della navetta Siloe era avvicinare Nibiru e fotografare il corpo celeste. Dopo la prima fase della missione, la navetta Siloe invertì il suo percorso e si avvicinò alla Terra per trasmettere le sue immagini alla base di osservazione spaziale del Vaticano in Alaska. Le prime informazioni ricevute da Siloe sono state nel ottobre del 1995.

Gli scatti fotografici della sonda vaticana hanno rivelato la realtà di un pianeta di dimensioni enormi su un percorso di avvicinamento alla Terra. Questa informazione segreta era considerata molto pericolosa, ed il Vaticano classificò “secretum omega” con il livello 1, cioè il massimo segreto, per il file di Nibiru Vaticano.

Si è cercato di associare il Pianeta X con il corpo celeste di cui parla la Bibbia nel libro della Rivelazione. Ma ciò che è descritto nel libro dell’ Apocalisse, parla di una caduta di un grosso meteorite sulla Terra, e non di un pianeta che approcci e poi passi, causando molti danni. Entrambi i casi non coincidono sembrano due cose diverse.

A cura di Hackthematrix