Il governo degli Stati Uniti accusato di aver nascosto organi alieni nell’Area 51

0
102

Il governo degli Stati Uniti sta conducendo test sui resti di alcuni alieni, secondo dichiarazioni oltraggiose da parte di un uomo che afferma di aver lavorato nella base segreta di Area 51.

Bob Lazar ha scatenato una frenesia aliena quasi tre decenni fa quando ha annunciato al mondo che stava lavorando su reverse engineering aliena all’area 51. Nel 1989, con l’aiuto del giornalista George Knapp, Lazar ha descritto una storia fantastica sul suo apparente lavoro in un sito dell’USAF noto come S-4, a sud dell’aeroporto di Homey. Ha ipotizzato che l’impianto ausiliario nel deserto del Nevada fosse sede di diverse astronavi aliene che il governo degli Stati Uniti era interessato ad analizzare.

Ora, a quasi 30 anni di distanza, Knapp ha versato attenzione su qualcosa di ancora più sconvolgente che Lazar gli ha detto. Parlando con Jeremy Corbell, un cineasta investigativo che ha prodotto un pezzo lungo due ore sulla vita di Lazar, il 66enne sosteneva che anche gli organi alieni venivano studiati all’S4.

“Avrebbero potuto scegliere tra gli scienziati di tutto il mondo, ma lo hanno scelto [Lazar] e gli hanno mostrato dettagli incredibilmente immediati”, ha rivelato. Appena arrivato lì, gli mostrarono corpi alieni abbattuti – si vedevano i loro organi.

“Gli hanno mostrato la storia dell’alieno umano – interazioni e tutti i tipi di cose che la comunità UFO aveva sospettato, ma che non potevano provare. “Una parte di lui era davvero elettrizzata, ma sapeva che qualcosa non andava bene nell’intera faccenda.”

Il nuovo film di Corbell, “Bob Lazar: Area 51 & Flying Saucers” è stato presentato in anteprima all’Ace Hotel di Los Angeles lo scorso martedì. Dopo aver avuto 1.600 spettatori, il film è stato distribuito su iTunes, dove è rapidamente salito al primo posto nelle classifiche.

“Il mio film ti dà una comprensione del vero Bob Lazar, che renderà più difficile buttare alle ortiche le sue affermazioni”, ha rivelato in precedenza Corbell. “Più conosci Bob Lazar, più devi affrontare la scomoda possibilità che ti stia dicendo la verità.

via La Porta di Ra