Il Pentagono ha deciso di conquistare il mondo sotterraneo? L’umanità ha conquistato quasi tutti i luoghi sulla superficie del pianeta nel corso dei secoli. Dai mari pericolosi alle montagne più alte, la nostra civiltà ha conquistato il controllo di quasi ogni angolo della superficie terrestre.

Ora, potremmo presto iniziare a fare la stessa cosa verso gli inferi secondo un nuovo progetto militare della DARPA, la Defense Advanced Research Projects Agency degli Stati Uniti. La nuova iniziativa sfida i partecipanti di tutto il mondo a proporre metodi pionieristici per sviluppare sistemi che possano aiutare nello studio di reti sotterranee abitabili.

“Una delle conseguenze dell’aumento della popolazione mondiale e dell’urbanizzazione è la necessità di più spazi abitativi, il che rende la ricerca e lo sviluppo di infrastrutture sotterranee sempre più interessanti”, afferma Timothy Chung, direttore del programma DARPA Tactical Technology Office (TTO) in un video pubblicato di recente (vedi sotto).

Il Pentagono e il mondo sotterraneo

In questa linea di pensiero, il Pentagono ha appena lanciato una sfida totalmente inaspettata ai ricercatori.

Intitolato “Underground Challenge of Advanced Defense Research Project Agency of the USA” (DARPA Subterranean o “SubT” Challenge), è un invito a esplorare nuove possibilità nel tracciamento, nella navigazione e nell’esplorazione di ambienti sotterranei, come notato da Space.com.

 

 

Questa iniziativa invita i partecipanti da tutto il mondo a proporre metodi pionieristici per sviluppare sistemi che possano aiutare nello studio di reti sotterranee abitabili, anche in presenza di condizioni imprevedibili e pericolose per l’uomo.

“Uno dei principali limiti dei combattenti e dei soccorritori negli ambienti sotterranei è la mancanza di consapevolezza situazionale; spesso non sappiamo cosa c’è sotto di noi”, ha detto Chung in una dichiarazione .

“La DARPA Subterranean Challenge mira a fornire capacità di consapevolezza situazionale inimmaginabili per operazioni sottoterra.”

Attraverso la sfida “Sottotitolo”, il Pentagono invita la comunità scientifica e ingegneristica, così come il pubblico in generale, a utilizzare la propria creatività per fornire nuove tecnologie e idee per rendere l’accesso inaccessibile, considerando il tempo come qualcosa di essenziale.

Secondo il direttore del TTO, Fred Kennedy, “siamo ora in un punto in cui gli sviluppi della robotica, dell’autonomia e persino dei sistemi biologici ci permetteranno di esplorare aree sotterranee che sono molto pericolose per gli esseri umani”.

Coloro che sono interessati a questa sfida competeranno nel risolvere problemi estremi come aiutare le persone a navigare nell’ignoto, attraverso condizioni sotterranee infide e senza precedenti dove il tempo è essenziale, secondo la dichiarazione.

Come notato dal sito space.com, la competizione finale, che si svolgerà nel 2021, comprenderà tre sfide che includono il funzionamento in uno dei tre ambienti: una rete di tunnel artificiali costruiti dall’uomo, un sistema di trasporto pubblico sotterraneo e una rete di grotte naturali sotterranee .

L’evento finale sfiderà i team a navigare attraverso reti che includono parti di tutti e tre gli ambienti. I vincitori del primo premio porteranno a casa $ 2 milioni. Il termine da applicare è il 18 gennaio 2018.

Attraverso la DARPA Subterranean Challenge, “stiamo invitando le comunità scientifiche e ingegneristiche – così come il pubblico – a usare la loro creatività e intraprendenza per trovare nuove tecnologie e concetti per rendere accessibile l’inaccessibile”, ha detto Kennedy nella dichiarazione. Fonte: Darpa

A cura di Ufoalieni.it