Il Tempio Solare di Abu Gurab era uno STARGATE o Porta Stellare di esseri Extraterrestri chiamati «Neters»

0
77

I Templi Solari di Abu Gurab potrebbero essere considerati antichi Stargate, Portali Stellari per entrare in contatto con divinità ed esseri extraterrestri. Le tradizioni ancestrali dei nativi egiziani e le nuove ricerche sui cosiddetti Templi Solari di Abu Gurab descrivono una funzione di Stargate, creata attraverso le risonanze armoniche dei templi . Tali stargate avrebbero permesso il contatto con antiche divinità o alieni ancestrali. I templi solari di Abu Gurab si trovano a circa 15 chilometri dalle piramidi di Giza e fanno parte del complesso piramidale di Abusir.

Sono stati costruiti con pietra calcarea, granito rosso e alabastro. In questa località sono state scoperte due rovine, quella di Niuserra e quella di Userkaf. Il tempio solare di Niuserra fu scavato tra il 1898 e il 1901 dagli egittologi Ludwig Borchardt e Heinrich Schäfer.

Il tempio di Userkaf è stato scavato negli anni ’60. Il tempio solare di Niuserra è quello meglio conservato. Secondo gli archeologi, le sue rovine mostrano una configurazione simile a quella di altri templi solari in Egitto: un enorme obelisco centrale e un altare per eseguire rituali, con entrambi gli edifici circondati da un muro. Il tempio è arcano e tranquillo, con diversi edifici che richiamano l’attenzione per le sue dimensioni e per il suo design preciso.

L’obelisco era alto e massiccio , come si può vedere nelle sue fondamenta e nelle macerie della zona (si pensa che potesse essere alto circa 70 metri). Il grande altare davanti è impressionante, dal momento che ha un design geometrico ipnotico (è stato collegato alla geometria sacra ).

Il Tempio Solare di Abu Gurab, potrebbero essere porte stellari di esseri extraterrestri chiamati «Neters»

Gli archeologi hanno concluso che i templi furono costruiti dai faraoni della dinastia V, nel 2.400 aC. circa. Lo scopo era delle cerimonie funebri dedicate al dio Ra (dio solare). Tuttavia, secondo le tradizioni indigene, questi templi sono più antichi e i faraoni li hanno solo restaurati e conservati. Abd’El Awyan Hakim (1926-2008) è stato uno studioso di tradizioni indigene d’Egitto, in particolare per il folklore ancestrale Kemet, il primo antico nome dell’Egitto.

Awyan Hakim ha detto che Abu Gurab è stato progettato per aumentare i livelli di consapevolezza spirituale attraverso la risonanza armonica, un processo di amplificazione armonico-energetica che verrebbe generato dalle vibrazioni degli edifici di alabastro, come il grande altare o piattaforma geometrica che si trova davanti all’obelisco-piramidale. Questo livello di coscienza consentirebbe di entrare in contatto con i Neters, che sarebbero una specie di esseri extraterrestri o entità di energia sacra dell’Universo.

Il Dr. Stephen Mehler è un altro studioso del folclore egiziano (era uno studente di Hakim Awyan). Nel suo libro Land of Osiris , narra una leggenda che descrive un tipo di “sbarco” dei Neters , che è apparso in forma fisica, nella stessa località di Abu Gurab. Sicuramente questa tradizione egiziana potrebbe descrivere uno Stargate o Porta delle Stelle, poiché parlano di contatto con esseri extraterrestri (o extradimensionali) attraverso un portale creato con risonanze armoniche. Gli archeologi pensano che ci potrebbero essere stati molti di più di questi templi solari nella zona di Abu Gurab.

A cura della Redazione Segnidalcielo