Il fattore umano giocherà un ruolo importante e, molto probabilmente, negativo quando i terrestri cercheranno di stabilire un contatto con gli alieni in caso del loro arrivo sulla Terra. Lo scrive MarketWatch.

Nel caso gli alieni avessero inizialmente un atteggiamento non ostile, i terrestri tenteranno un contatto pacifico per valutare la possibile minaccia. I messaggeri della Terra — linguisti, psicologi, biologi e militari — cercheranno di stabilire una connessione diretta con gli alieni.

Parallelamente a ciò, secondo l’autore, i terrestri mobiliteranno silenziosamente le forze aeree e terrestri e prepareranno armi di distruzione di massa. La probabile — ed inevitabile — incomprensione tra alieni ed esseri umani porterà comunque ad una guerra globale, prevede l’autore.

Questo conflitto porterebbe il caos tra la popolazione, incentivando criminali e saccheggiatori, mentre gli stati più potenti ne approfitterebbero per attaccare i vicini più deboli.

Gli alieni, a questo punto, potrebbero intervenire in questi conflitti aiutando segretamente gli stati deboli, che capovolgerebbero la loro posizione e diventerebbero vincitori.

Insomma, secondo l’autore, dopo l’utilizzo delle armi nucleari da parte degli umani, i negoziati con gli alieni sarebbero inutili o comunque porterebbero alla capitolazione.

via Sputnik