In un’intervista con il famoso programma sui misteri “Coast to coast” , John Lear, un pilota della CIA in pensione, ha rivelato cose così straordinarie, come essere segretamente andato sulla Luna dal 1962, e che è stato su Marte dal 1966 e che la NASA usa la tecnologia di una astronave aliena precipitata sulla Terra nel 1953 (l’EBE-3).

John Lear è stato capitano della US Air Force, pilota in pensione della CIA; Figlio dell’inventore del Lear Jet (un tipo di motore). Ha volato su oltre 150 velivoli di prova. 18 record mondiali di velocità; Ha lavorato per 28 diverse compagnie aeree;  ha vinto la maggior parte delle distinzioni rilasciate dalla Federal Aviation Administration: rating del trasporto aereo, istruttore di volo, istruttore di terra, navigatore di volo, ingegnere, meccanico di motopropulsore, generatore di paracaduti e operatore di torre di controllo; Durante gli anni ’80 e ’90 ha iniziato a parlare rivelando informazioni riservate.

Questi sono alcuni dei dati ha rilasciato ad un’intervista rilasciata nel programma radiofonico Coast to Coast:

Nel 1953, una nave extraterrestre si schianta e catturano l’ET a bordo (chiamato EBE 3 – Joe Road, confermato anche da Dan Burisch) che ha poi aiutato le forze aeree del governo degli Stati Uniti a costruire queste astronavi con tecnologia extraterrestre.

Nel 1962 avevano veicoli che non potevano andare più veloci della velocità della luce, come i veicoli degli ET, ma abbastanza veloci da raggiungere la luna in 1h. Potevano fare viaggi regolari su Marte, già nel 1966.

Mercury, Apollo e il resto delle missioni erano solo delle esche per distrarre l’attenzione della popolazione su ciò che stavamo facendo davvero. Stavano costruendo diversi edifici sulla Luna.

Nel 1966 sbarcarono su Marte e da allora hanno già esplorato la maggior parte dei pianeti nel nostro Sistema Solare, e hanno scoperto che c’è una vita molto simile alla nostra in tutti (altre fonti che confermano, David Wilcock e Henry Deacon)

Gli anni ’70: prima che la NASA iniziasse a cancellare senza lasciare traccia delle foto scattate da Apollo 8, 10 e 11 e pubblicate nel 1971 nel libro della NASA SB2-46, si può vedere: una città, una base spaziale, tubi, strade, vegetazione, aria, un’atmosfera, il 66% di gravità rispetto alla Terra, c’è luce, operazioni minerarie, un reattore nucleare,

Per fare questo, è stata necessaria la collaborazione extraterrestre e molti edifici sulla luna erano già lì prima che iniziassero le operazioni. Questo è stato fatto negli ultimi 40 anni.

Il padre di John, era stato coinvolto nella metà degli anni ’50 nei programmi di tecnologia anti-gravità, tecnologia completamente segreta oggi. Secondo una fonte di John Lear, all’interno del governo degli Stati Uniti. Gli ha detto 3 cose:

-Siamo andati sulla luna dal 1962.

-La popolazione di Marte è di circa 600 milioni e sono esattamente come noi.

-Ha lavorato con una parte dell’attrezzatura mineraria che doveva andare sulla Luna, disse: “John, abbiamo costruito questo in Alabama, era così grande che quando abbiamo finito il progetto, ho preso un piccolo aereo e ho sorvolato questo pezzo di attrezzature per avere un’idea di quanto fosse grande. ”

La cosa più sorprendente è che molte personalità importanti tra cui, esperti militari e di spionaggio, aeronautica spaziale ecc … confermano molte di queste affermazioni incredibili, come il colonnello Phil Corso, David Wilcock, Glen Steckling, Henry Deacon, Barr Digregorio e Gilbert Levin . Non sono semplici pazzi, sono figure chiave nella ricerca spaziale .. perché tutte queste storie insolite sono sempre nascoste dal “Matrixmedia”?

via HackTheMatrix