Borley Rectory aveva fama di essere la casa più infestata nel Regno Unito.
La canonica è stata costruita dal reverendo Henry D. E. Bull nel 1863 vicino al fiume Stour, in Essex.
Tuttavia la canonica bruciò in un incendio iniziato in circostanze misteriose nel 1939.

Si ritiene che la canonica fu destinata ad essere una casa infestata fin dal principio a causa di eventi che si erano verificati sul sito in cui venne eretta, molti secoli prima.
La fondazione risale ad un priorato sul terreno in cui vi era costruita una chiesa dal XII secolo; qui vi erano anche la dimora del custode ed altri edifici.
A. C. Henning, il rettore, nel 1936 ha scoperto che il Doomsday Book parlava di una Borley Manor prima del 1066, quindi, ha concluso che una chiesa di legno probabilmente venne costruita in quel periodo.
Le fondazioni contenevano tunnel sotterranei e un complesso di camere a volta.
La Canonica aveva venti camere ed organizzata su tre piani.

La storia più popolare di Borley Rectory è quella in cui si narra che nel 1362 alcuni monaci benedettini costruirono un monastero sul sito che avrebbe poi ospitato la canonica.
La leggenda racconta di una suora del convento di Bures, sette miglia a sud est di Borley la quale pare si innamorò di un monaco del monastero. Avevano deciso di fuggire per vivere insieme, ma gli anziani, scoprirono il loro piano. Un amico del monaco si prestò per guidare una carrozza e aiutarli a fuggire. Nella notte fatidica sono stati catturati dagli anziani. Il cocchiere è stato decapitato, il monaco impiccato e la suora è stata murata viva nelle pareti delle volte sotto la canonica. I loro fantasmi, da allora hanno infestato il sito.

Il reverendo Henry D. E. Bull divenne rettore di Borley nel 1862. Ha costruito un grande edificio di mattoni l’anno successivo, al quale poi ha aggiunto una nuova ala nel 1875. I primi avvistamenti paranormali a Borley sono stati riportati da P. Shaw Jeffrey che ha assistito al lancio di pietre e ad attività di poltergeist simili a quella cui assisterà mentre visita il rettorato nel 1885.

Si manifestarono numerosi eventi inspiegabili nei primi anni della canonica. Un ex direttore della Reale Colchester Grammar School ha riferito di aver visto una suora fantasma più volte durante il 1885. Una serie di pastori e le loro famiglie, ospitati in canonica hanno potuto assistere alla manifestazione del fantasma della monaca. E ‘stato riferito che durante le feste, a cena gli ospiti hanno visto il volto pallido della suora osservare all’interno della stanza alla finestra. La cosa destò talmente fastidio che alla fine si fece murare la finestra.

Henry Bull è morto nella Sala Azzurra della canonica 7 maggio 1892. Gli succedette il figlio, di nome Henry. Il più giovane Bull fu chiamato “Harry” per evitare confusione con il padre. Il 28 luglio 1900, tre figlie di Bull riferiscono di aver visto una figura su un preciso percorso, che in seguito divenne noto come “Nuns Walk”, nei pressi della parte posteriore della canonica.
Furono raggiunte da una quarta sorella per salutare la suora fantasma, ma l’apparizione scomparve. Harry ha anche detto di aver visto la suora, insieme a bordo di un carro fantasma con cui era fuggita.

Lei è stata anche vista vagare nei dintorni di tutto il Rettorato, dentro e fuori dai cespugli, ed era vestita di grigio. Ci sono rapporti del monaco e della suora che passa attraverso i giardini. Diverse persone hanno detto che poterono osservare “Una signora in mantello grigio” e “Un signore con una sorta di testa calva, vestito con un abito lungo nero.”

Il 9 giugno del 1927 Harry è morto nella “Blue Room” della canonica. In precedenza, disse che aveva “comunicazioni con gli spiriti”, e che avrebbe gettato palline di naftalina dopo la sua morte. La canonica rimase vuota per diversi mesi dopo la morte di Harry. Durante l’autunno del 1927, mentre era ancora disabitata, un falegname locale di nome Fred Cartwright ha detto di aver visto quattro volte una suora fantasma nei pressi di una porta del complesso

Il Reverendo Eric Guy Smith e sua moglie si trasferirono a Borley il 2 ottobre 1928. Poco dopo, sentirono dei sussurri e gemiti tra le parole “No Carlos non farlo!”
Ad Henry D. E. Bull era stato dato il soprannome di “Carlos”.
Mentre viveva nella canonica, la Smiths ebbe più volte l’impressione di aver sentito il suono del campanello; potè anche sentire il rumore di piccoli ciotoli gettati sui muri, rumori di passi, Scomparivano interi mazzi di chiavi e le luci si accendevano da sole. Un carretto trainato da cavalli fantasma, fu visto attraversare le porte della canonica.

Harry Price (1881-1948)

Nel mese di ottobre del 1930, il reverendo Lionel Foyster, sua moglie Marianne, e la loro figlia adottiva Adelaide si trasferiscono a Borley Rectory. Questo è stato l’inizio del più famoso periodo della storia di questa infestazione. E ‘stato denominato “il caso più straordinario e meglio documentato ed inquietante negli annali della ricerca psichica” da Henry Price.

Almeno duemila fenomeni di poltergeist sono stati riportati in canonica tra l’ottobre 1930 e il ottobre 1935 durante la locazione di Lionel e Marianne Foyster. Negli anni successivi, la signora Foyster spiegò questi eventi paranormali come naturali. Tuttavia ci sono stati alcuni fenomeni della quale non potè essere sicura, tra cui vari scritti che apparivano sui muri e su foglietti misteriosamente apparsi dal nulla.

Durante il primo anno della loro locazione, Lionel descrisse molti avvenimenti inspiegabili tra cui; una campana che suona, l’apparizione di Harry Bull, oggetti in vetro che appaiono dal nulla e delle righe tratteggiate sul pavimento, libri apparsi misteriosamente, e molti oggetti lanciati nel vuoto come ciottoli e un ferro da stiro. Dopo un tentativo di esorcismo, Marianne è stata buttato fuori dal letto più volte.

I Foysters vissero in canonica per cinque anni prima di partire, e contrariamente alla credenza popolare non erano spaventati dall’edificio. Lasciarono solo perché lo stato di salute di Lionel gli rese impossibile continuare il suo lavoro. Dopo la partenza dei Foyster, la casa rimase vuota per un paio di anni, ma il fenomeno ha continuò. Anche se la presenza di Marianne sembrava amplificare l’attività paranormale, eventi inspiegabili si sono verificati a Borley sia prima che dopo la residenza della famiglia Foyster.

Price, famosissimo ricercatore del paranormale, ha dichiarato: “Ogni persona che ha risieduto nella canonica da quando è stata costruita nel 1863 e si è azzardata ad indagare le presunte manifestazioni, ha giurato di aver vissuto incidenti che possono essere descritti solo come paranormali.”

A Price venne data l’opportunità di studiare l’infestazione quando nessuno si trovava a vivere nella canonica. Ha preso in affitto lo stabile per un anno, e ha pubblicizzato sul Times un annuncio in cui cercava “persone responsabili con tempo libero e intelligenza, intrepide, critiche ed imparziali”, in modo da formare una squadra di investigatori che avrebbero trascorso diverse notti in un edificio abbandonato. Il contratto di locazione è iniziato nel giugno del 1937; purtroppo in quell’anno, venne documentato poco in confronto a quello che era accaduto precedentemente in quel luogo. Il caso più comune è stato il movimento di oggetti dalle loro posizioni documentate, e il suono di passi.

Un cappotto misterioso è apparso, ma non sono state osservati avvistamenti della monaca. Alcuni testimoni hanno sentito un brivido improvviso fuori dalla Blue Toom, e alcune parti della casa sono stati sempre più fredde di altre.

Dopo che il gruppo di studio di Price ha lasciato la canonica, la casa è stata poi acquistata dal capitano William Gregson e dalla sua famiglia; sono state le ultime persone a vivere nella canonica. Essa bruciò il 27 Febbraio 1939 quando Gregson ribaltò a terra una lampada ad olio, questo a poca distanza dalle librerie. I testimoni che hanno assistito all’incendio hanno dichiarato di aver osservato alcuni fantasmi alle finestre. Il sito è stato demolito nel 1944.

Nel corso del 1944 la rivista Life fece un articolo su Borley Rectory. Mentre fotografava la demolizione finale della canonica, il fotografo ha preso le immagini che mostrano il gettito di mattoni dalle macerie verso la soglia. Gli scettici dicono che era solo un mattone che era stato lanciato da un operaio vicino e accidentalmente catturato dal fotografo.

Durante i lavori di smantellamento, fu trovata al di sotto dei sotterranei, una sepoltura che venne attribuita alla suora del XIV secolo. Le sue ossa furono traslate nel vicino cimitero in terra consacrata.
Oggi dove si trovava Borley Rectory c’è un giardino.

via La Porta di Ra

RESTA AGGIORNATO SU TUTTI I NOSTRI ARTICOLI. METTI UN LIKE
loading...