Arca dell’Alleanza utilizzato come dispositivo? Se la Grande Piramide di Giza non fosse stata usata come tomba per i faraoni dell’antico Egitto … quale era il suo vero scopo allora? Dopo che il Progetto chiamato ‘Scan Pyramids’ ha analizzato l’antica struttura con attrezzature avanzate, i ricercatori hanno rilevato anomalie termiche all’interno della grande piramide di Giza rivelando dettagli scioccanti su di esso.

Il fatto che ci siano anomalie termiche all’interno della grande piramide è un enigma poiché si riteneva che la temperatura all’interno della piramide fosse sempre costante ed eguaglia la temperatura media della terra, 20 gradi Celsius (68 gradi Fahrenheit).

Gli effetti delle piramidi sono collegati alla gravità, che sta spingendo giù dal cielo, spiega  David Wilcock . “La gravità è un fiume di energia che scorre nella Terra … e quell’energia può quindi essere imbrigliata costruendo una forma a forma di imbuto,” facendo sì che l’energia di gravità della gravità ruoti e crei una corrente di vortice, ha continuato.

È possibile che la grande Piramide di Giza fosse, in effetti, una gigantesca macchina energetica? Costruita con antica tecnologia oggi perduta? E se la Grande Piramide di Giza fosse oggi incompleta? Cosa succede se ci sono “antiche componenti” che mancano dalla Piramide? A parte la cima della piramide, è possibile che ci siano anche cose dall’interno che mancano?

Mentre ancora non sappiamo con certezza cosa si trovasse in cima alla Grande Piramide di Giza, un noto spagnolo chiamato Miguel Pérez-Sánchez crede di sapere esattamente cosa manca dalla cima della Piramide.

Pérez-Sánchez propose che una sfera fosse collocata dagli antichi Egizi nella parte superiore della piramide che simboleggiava l’Occhio di Horus. La sfera aveva un diametro di 2.718 cubiti reali (2,7 metri), che è la misurazione accurata del numero e “detto anche numero di Nepero. La sfera situata sulla Piramide era collocata come un culto al Sole e Sirio, la stella più luminosa nel cielo, che era associata a Iside.

Pérez-Sánchez ha avuto il supporto di una squadra multidisciplinare nelle sue indagini, permettendogli di costruire una replica computerizzata della Grande Piramide come mai prima d’ora.

Ma cosa succede se oltre alla sfera mancano altre cose dall’interno della piramide?

Che cosa succede se esiste una connessione misteriosa tra la Grande Piramide di Giza e l’Arca dell’Alleanza?

Piramide di Giza e Arca dell’Alleanza

Arca dell’Alleanza nel film del 1981 Indiana Jones e i predatori dell’Arca perduta di Steven Spielberg.

Sappiamo dal libro dell’Esodo, che dopo che gli israeliti furono liberati dall’Egitto, Dio convocò Mosè sul picco della montagna sacra dandogli due tavolette di pietra scolpite con i dieci comandamenti. In quel momento, Dio diede a Mosè istruzioni precise su come costruire l’Arca dell’Alleanza, uno dei più enigmatici “dispositivi” nella storia dell’umanità.

Non solo l’arca del patto portava i dieci comandamenti di Dio, ma si diceva che fosse il trono di Dio stesso, dovunque andasse l’Arca dell’alleanza, Dio era presente.

Secondo il libro dell’Esodo; le dimensioni e le caratteristiche dell’Arca dell’Alleanza sono di 2 ½ cubiti di lunghezza, 1 ½ di larghezza e 1 ½ di altezza che è approssimativamente di 131 × 79 × 79 cm o di 52 × 31 × 31 pollici.

L’intera Arca era placcata d’oro, e una corona d’oro fu posta attorno ad essa. Quattro anelli d’oro erano attaccati ai suoi quattro piedi, due su ciascun lato e attraverso questi anelli venivano poste doghe di legno di acacia con l’oro per trasportare l’Arca, che non dovevano mai essere rimosse. Una copertura d’oro era posta sopra l’arca; chiamato anche kapporet.

È interessante notare che ci sono numerosi ricercatori che suggeriscono che se i dettagli di costruzione dell’Arca sono quelli che sono stati registrati in passato, quindi l’arca sarebbe sostanzialmente simile a un condensatore elettrico con due elettrodi separati da driver di isolamento.

L’arca che era fatta di legno d’acacia e ricoperta d’oro è molto simile ad altri manufatti che sono stati trovati in Egitto; l’arca è stata collocata in una “stanza” asciutta dove il campo magnetico naturale è solitamente di 500 o 600 volt per metro verticale.

Secondo diversi antichi teorici alieni, ciò avrebbe reso possibile caricarlo attraverso la corona d’oro che lo circondava; suggerendo che l’Arca dell’Alleanza avrebbe agito come un condensatore.

Le teorie spaziano su ciò che l’Arca era veramente, ma alcuni credono che l’Arca dell’Alleanza fosse, in effetti, un generatore di forza sconosciuta, incontrollabile e mortale.

Era un artefatto che era proibito toccare, e chi lo portava e toccava doveva indossare un abbigliamento protettivo, altri avrebbero dovuto stare a distanza.

Queste descrizioni dell’arca ci dicono fondamentalmente che era qualcosa di estremamente potente, ma molto pericoloso per la salute dell’uomo.

teorici degli antichi astronauti ritengono che l’Arca dell’Alleanza fosse, quindi, un generatore di energia o parte di un sistema più complesso di produzione di energia. Energia che potrebbe essere usata come arma (Gerico) come mezzo di telecomunicazione (dialogo tra Mosè e dio) e altri usi eterogenei, e i teorici affermano che la prova del suo potere risiede nella lettura delle istruzioni per l’assemblea del tabernacolo, tenda di riunione, dove l’arca era custodita e le regole precise per accedervi al suo interno per proteggere le vite umane.

Gli antichi egizi possedevano un dispositivo che ricordava l’Arca dell’Alleanza

Mentre molte persone non ne sono consapevoli, nelle rappresentazioni della Battaglia di Kadesh ad Abu Simbel possiamo vedere che l’esercito di Ramses II aveva un dispositivo estremamente simile all’Arca dell’Alleanza, così come lo conosciamo dalla Bibbia e fu tenuto in un campo tendato da dove sarebbero stati invocati misteriosi poteri.

Il dispositivo che era ospitato in una tenda simile a quella a cui si fa riferimento nella Bibbia ha due avvoltoi rappresentati con ali, quasi identici all’architettura classica dell’Arca dell’Alleanza.

Dato che la Grande Piramide di Giza NON è stata usata come tomba, né deposito come alcuni hanno suggerito, la domanda che ossessiona archeologi e ricercatori è … quale fosse il vero scopo della Grande Piramide di Giza.

La costruzione della piramide è un mistero ed è qualcosa fuori dal mondo. Ma per quanto riguarda la posizione della piramide?

Secondo le misurazioni, la Grande Piramide è la struttura più esattamente allineata esistente e affronta il nord vero con solo il 3/60° di grado di errore. La posizione del Polo Nord si sposta nel tempo e la piramide è stata allineata esattamente in una volta.

Ancora più incredibile, la Grande Piramide si trova al centro della massa terrestre della terra. Il parallelo est/ovest che attraversa la maggior parte del globo e il meridiano nord/sud che attraversa la maggior parte della terra si intersecano in due punti sul pianeta, uno nell’oceano e l’altro nella Grande Piramide.

Come potete vedere, la Grande Piramide di Giza è un’incredibile costruzione antica che è stata eretta da una civiltà antica estremamente avanzata.

Questo ci dice che la Piramide di Giza ha affrontato una costruzione molto importante, progettata e creata meticolosamente nel lontano passato.

Le fondamenta della piramide hanno una struttura a forma di palla e presa in grado di affrontare l’espansione del calore e terremoti, sono parole piuttosto grandi per l’uomo antico, migliaia di anni fa.

I teorici degli antichi astronauti concordano sul fatto che è molto probabile, date le indicazioni che abbiamo sia sull’Arca dell’Alleanza e sulla Grande Piramide di Giza, che l’Arca dell’alleanza menzionata nella Bibbia potrebbe aver agito come una sorta di macchina, un simile il dispositivo usato nella battaglia di Kadesh avrebbe potuto essere usato insieme alla grande Piramide d’Egitto per formare una sorta di centrale elettrica.

Forse questo per quanto strano possa sembrare per molti, era il vero scopo della Grande Piramide di Giza, agire come una gigantesca centrale elettrica, in grado di sfruttare un’energia incredibile e agire come un antico amplificatore, inviando energia agli innumerevoli “ricevitori” messi in atto dall’uomo antico.

A cura di Ufoalieni.it