Questo incontro con i “Bianchi Alti”, sarebbe avvenuto tra il 1965 e il 1967 durante il suo incarico di due anni presso la base dell’Air Force di Nellis, vicino a Las Vegas. A riferirlo e’ Charles Hall, un fisico nucleare e militare a riposo dell’aviazione statunitense il quale aveva affermato in una intervista trasmessa nel 2013, in un programma della TV Australiana, che l’esercito degli Stati Uniti era stato in contatto per alcuni anni con una specie di umanoidi.

Pure lo stesso Hall aveva avuto interazioni con questi esseri extraplanetari, definiti “Tall Whites” gli “alti bianchi” per via della loro altezza e dei loro capelli e pelle bianca. Egli riferisce che durante il suo lavoro come esperto meteo presso Indian Springs, avrebbe scoperto una base all’interno di una montagna che sarebbe stata allestita dall’Air Force, con lo scopo di renderla disponibile a una specie di umanoidi, proprio i Bianchi Alti .

Charles Hall riferì che durante la sua permanenza presso la base, avrebbe visto due ulteriori tipi di ET, i “norvegesi” che potrebbero essere scambiati per esseri umani e i ‘Grigi’, che tuttora vengono associati al caso Roswell. La base era stata utilizzata da questi esseri Alti Bianchi come uno spazioporto presso il quale custodivano i loro “veicoli spaziali”.

I Grigi e i Bianchi Alti avevano delle navicelle simili munite di un doppio scafo che le univa tra loro, lungo il quale correvano chilometri di fibra ottica, nonostante che l’alta tecnologia dei Bianchi Alti fosse chiaramente molto più avanzata. Inoltre Charles Hall riferisce che quando era di stanza in questa base, un certo numero di Tall Bianchi avrebbero vissuto e operato segretamente.

Egli aggiunge che i Bianchi Alti erano stati coinvolti nel Trattato di Eisenhower che era finalizzato all’aquisizione di avanzate conoscenze extraterrestri in cambio di ospitalita’, alloggio, vestiario, e la libertà di eseguire alcuni esperimenti, e con i quali Charles Hall aveva instaurato un particolare rapporto di fiducia, nonostante che gli stessi alieni non si fidassero completamente degli esseri umani.

Egli descrive i Bianchi Alti come degli esseri aggressivi verso la maggior parte degli esseri umani. Secondo i rapporti, questi esseri avrebbero tentato spesso di controllare le menti delle guardie che prestavano servizio nella base. Essi consideravano il genere umano come dotati di una “debole mente.” In base alle testimonianze delle guardie, i bianchi a loro insaputa avrebbero tentato di infondere nelle loro menti un profondo senso di paura e panico.

Secondo quanto riferito da Hall, i Bianchi Alti e i Grigi si temevano e rispettavano a vicenda, nonostante che ai Grigi non venisse permesso di avvicinarsi alle loro abitazioni o nei luoghi dove i loro figli avrebbero potuto giocare. Sempre secondo la sua incredibile storia, questi Bianchi Alti avrebbero vissuto sottoterra nelle montagne adiacenti all’Area 53 e 54, nella parte occidentale del deserto del Southwest, una zona conosciuta come “Dreamland”.

Tall White Alien female photo

Tall White Alien female photo

Hall afferma che i Bianchi Alti, sono fisicamente più fragili rispetto agli esseri umani e invidiosi della nostra capacità mentale multi-task, essendo loro incapaci di concentrarsi su più di una cosa alla volta. Essi, però, sono in grado di ascoltare quei suoni e quelle frequenze che gli umani non possono percepire, poiche’ dotati di un udito pari a quello di un cane. Inoltre le loro corde vocali emettono delle vibrazioni troppo alte per le orecchie umane.

I Bianchi Alti sono in grado di comunicare tra di loro utilizzando suoni che l’essere umano non e’ in grado di sentire, come se comunicassero telepaticamante, e possono leggere la mente di un essere umano solo se indossano uno dei loro dispositivi di comunicazione elettronica.

E’ accaduto che i Bianchi Alti venendo in contatto con Hall senza i loro dispositivi, l’unico modo che trovarono per comunicare fosse tramite dei gesti manuali. Alla domanda rivolta a uno di questi bianchi alti conosciuto come “il Maestro,” se ci sono altri pianeti come la Terra nello spazio il “Maestro” aveva risposto: “Ci sono molti pianeti simili alla Terra. Tuttavia, gli esseri umani sono gli unici esseri che abbiamo visto vivere a stretto contatto con i loro animali. Ad esempio, gli esseri umani allevano le vacche da latte, cavalli da sella, e giocano con i loro cani. Questi animali potrebbero essere uccisi, ciò nonostante utilizzate la vostra intelligenza per determinare come ciascuno di questi animali possano esservi utili. Sulla maggior parte dei pianeti, una volta che le persone diventano intelligenti, non vogliono avere niente a che fare con gli animali che sono molto meno intelligenti, così li uccidono. In tutti gli altri pianeti, le persone intelligenti possono mangiare solo le piante”.

Hall è certo che i Bianchi Alti avrebbero stipulato degli accordi con i più alti livelli del governo degli Stati Uniti. I Bianchi Alti erano disposti a scambiare la loro tecnologia con l’USAF qualora ne avrebbero tratto vantaggio, scambiando anche delle informazioni relative alla medicina, alimentari, abbigliamento, elettronica, reattori nucleari, sistemi su come creare metalli migliori, ceramiche e plastiche, e dettagli scientifici del nostro sistema solare e di quelli vicini.

Essi, tuttavia, non condividono i loro segreti tecnologici relativi alle unità anti-gravità, su come viaggiare più veloce della luce, o su sistemi di armi molto avanzati. Charles Hall non aveva mai visto nulla che lo avrebbe portato a credere che gli alieni bianchi alti erano degli esseri soprannaturali e che intendessero creare altre forme di vita o creare degli ibridi sul nostro pianeta.

I Bianchi Alti considerano la terra come “un deserto freddo e desolato.” Hall aveva riferito di avere assistito ai giochi di alcuni bambini dei Bianchi Alti che indossavano abiti che permettevano loro di levitare. Secondo le rivelazioni di Snowden, i Bianchi Alti avrebbero una forte influenza sul governo Americano e sul mondo degli affari. Queste affermazioni di Snowden sarebbero state riferite a Paul Hellyer (ex Ministro della Difesa del Canada), condividendo il suo interesse per il caso di Charles Hall.

Per concludere i Bianchi Alti sono una specie di alieni Grigi che hanno subito numerose manipolazioni genetiche, al fine di preservare la loro razza. Essi provengono dal sistema di Orione, in particolare da un pianeta in orbita intorno alla stella luminosa Rigel. Nel sistema stellare Rigel, i Grigi insieme ai Reptiliani avrebbero invaso una colonia di nordici con lo scopo di rubare gran parte del loro materiale genetico. In questa colonia alieni di tipo “alti grigi” sono stati manipolati in modo da assumere molte delle caratteristiche nordiche.

Alcuni addotti sostengono che gli Alti Bianchi avrebbero riferito di provenire dal sistema stellare di Arturo e di avere alcune analogie genetiche con gli Arturiani, anche se sono abbastanza diversi per temperamento e caratteristiche.

Video dell’intervista a Charles Hall (in inglese)

Fonte: http://misteroufo.blogspot.it

via Conoscenze al Confine