NIBIRU: scienziati della NASA scoprono un nuovo corpo celeste oltre Plutone che potrebbe essere influenzato da PLANET X

0
60

Come riportato dalla Carnegie Institution for Science, gli scienziati della NASA hanno scoperto un nuovo corpo celeste miliardi di chilometri oltre Plutone, questo corpo spaziale potrebbe essere influenzato dal massiccio PIANETA X (o Planet Nine) che si troverebbe nella parte esterna del nostro sistema solare.

La scoperta è stata fatta dai ricercatori del Minor Planet Center (MPC) dell’Unione Astronomica Internazionale annunciato martedì 2 ottobre 2018. L’oggetto fu scoperto mentre l’agenzia spaziale NASA stava cercando altri pianeti nani sconosciuti nello spazio, così come il “Pianeta X”, noto anche come Pianeta Nove, un mondo postulato ma non ancora scoperto che potrebbe avere una massa 10 volte maggiore di quella della Terra.

La caratteristica dell’oggetto che ha catturato l’attenzione degli scienziati è stata la sua orbita, la cui traiettoria suggerisce la presenza di una vicina “super-Terra”, ovvero un pianeta massiccio.

La ricerca, condotta anche dal Carnegie Institution for Science, è lo studio più esteso mai condotto su oggetti distanti nel sistema solare. “Questi oggetti lontani sono come briciole di pane che ci portano sulla strada di Planet X”, ha detto in una dichiarazione l’ astronomo Scott Sheppard della suddetta istituzione . L’oggetto, ufficialmente chiamato TG387 2015 e soprannominato “El Duende”, è una roccia di oltre 300 chilometri di larghezza situata a circa 12,8 miliardi di chilometri dal nostro sole. Questo è due volte e mezzo più della distanza tra il Sole e Plutone. Questo oggetto cosmico potrebbe portare gli scienziati verso il misterioso PIANETA X.

“Crediamo che ci possano essere migliaia di piccoli corpi come TG387 2015 ai limiti del sistema solare, ma la loro distanza rende molto difficile trovarli”, ha detto David Tholen dell’Università delle Hawaii, membro del gruppo di ricerca. La scoperta, che è stata fatta utilizzando telescopi in Cile, Hawaii e Arizona, non è la prima di tale scoperta fatta dallo stesso gruppo di ricercatori. All’inizio di quest’anno, gli scienziati hanno trovato 12 lune aggiuntive nell’orbita di Giove.

“Ciò che rende questo risultato è veramente interessante è che il Pianeta X sembra influenzare 2015 TG387 nello stesso modo in cui si trovano tutti gli altri oggetti estremamente lontani del sistema solare”, ha detto il ricercatore Chad Trujillo della University of Northern Arizona. “Queste simulazioni non provano che ci sia un altro enorme pianeta nel nostro sistema solare, ma sono un’ulteriore prova che qualcosa di grosso potrebbe essere là fuori”, ha aggiunto Chad Trujillo.

A cura della Redazione Segnidalcielo