Scienziati pubblicano documenti che suggeriscono che la Luna è vuota e Artificiale

0
131

Per decenni, alcune fonti molto credibili hanno affermato che la nostra Luna non è ciò che pensiamo che sia, e che ci sia anche un qualche tipo di presenza extraterrestre sulla Luna.

Poco prima della sua morte, avvenuta nel 1989 all’età di 89 anni, il colonnello dell’USAF Ross Dedrickson, responsabile del mantenimento dell’inventario delle scorte nucleari per gli Stati Uniti negli anni ’60, rivelò che nel 1959 gli Stati Uniti cercarono di far detonare le armi atomiche sulla Luna per scopi scientifici. Questo programma di detonazione di ogive nucleari sulla Luna chiamato “Progetto A119”, è stato fermato da extraterrestri che non ci hanno permesso di far detonare alcuna arma nucleare nello spazio. 

caratteristiche misteriose che appaiono all’interno del cratere Paracelsus C che si trova sul lato più lontano della Luna, suggeriscono che ci sia qualcosa di non umano

Il  Dr. Horace Crater, un fisico dell’università di Tennessee Space Institute, ha  recentemente pubblicato un articolo sul Journal of Space Exploration, dove ha identificato alcune caratteristiche misteriose che appaiono all’interno del cratere Paracelsus C che si trova sul lato più lontano della Luna. Il documento di ricerca suggerisce che queste caratteristiche potrebbero essere di origine artificiale, il che significa che qualcuno diverso da un essere umano li ha costruiti e li ha messi lì.

Il vicedirettore della Clementine Mission to the Moon nel 1995 disse che era davvero una missione di ricognizione fotografica per controllare le strutture sul lato più lontano della Luna che non erano state collocate dagli umani.   Ingo Swann e altri visualizzatori remoti, sotto il programma Stargate del governo, hanno riferito di aver visto strane strutture e creature umanoidi sulla Luna. 

misteriose strutture aliene appaiono vicino al cratere Paracelsus C

Un documento del 2014 di Sean C. Solomon, il direttore del Lamont-Doherty Earth Observatory della Columbia University, racconta come dopo decenni di dati, non hanno ancora idea del nucleo interno delle lune e di cosa sia composto. Nel suo libro, Our Occulted History, il defunto grande Jim Marrs aveva una cosa o due da dire su Marte. “Gli studi sulle rocce lunari indicano che l’interno della luna differisce dal mantello terrestre in modo da suggerire un nucleo molto piccolo o del tutto assente. Uno studio del 1962 ha rilevato che l’interno della luna è meno denso di quello esterno. ” 

La Luna è cava?

La luna è vuota?  Forse la ragione per cui gli Stati Uniti non hanno rivelato i loro artefatti dalla luna, comprese tutte le rocce, è perché da quello che abbiamo, studi di rocce lunari, hanno dimostrato che l’interno della Luna è molto diverso dal mantello terrestre che suggerisce un piccolo nucleo, o, per niente. Nel 1962 Gordon MacDonald, uno scienziato della NASA, pubblicò uno studio che affermava: “In effetti, sembrerebbe che la Luna sia più simile a un corpo cavo, vuoto, differente da una sfera omogenea”.

Secondo Sean C. Solomon, “Gli esperimenti del Lunar Orbiter hanno notevolmente migliorato la nostra conoscenza del campo gravitazionale della Luna … indicando la spaventosa possibilità che la Luna potesse essere vuota.”  Solomon è il direttore del Lamont-Doherty Earth Observatory della Columbia University. È anche investigatore principale della missione NASA MESSENGER a Mercury.

Ecco un breve testo di Solomon sull’argomento pubblicato nel 2014 che discute su come, dopo decenni di dati, non hanno ancora idea del nucleo interno delle lune e di cosa sia composto. Ci sono molte teorie là fuori che si sono sviluppate da questa presunta incertezza, incluso un nucleo fluido.

La prova più sorprendente che la luna potesse essere vuota è arrivata il 20 novembre 1969, quando l’equipaggio dell’Apollo 12, dopo essere tornati alla loro nave di comando, ha inviato il modulo di risalita del modulo lunare (LM) che si schianta sulla luna, creando un terremoto. Il LM ha colpito la superficie di una quarantina di miglia dal sito di atterraggio dell’Apollo 12, dove l’attrezzatura sismica super sensibile ha registrato qualcosa di inaspettato e sbalorditivo – la luna ha riverberato come una campana per più di un’ora. Frank Press del MIT ha affermato, “… nessuno di noi ha mai visto nulla di simile sulla Terra. In tutta la nostra esperienza, è un evento abbastanza straordinario. Che questo impatto piuttosto piccolo … abbia prodotto un segnale che è durato 30 minuti è alquanto fuori dalla portata della nostra esperienza. “

A cura della Redazione Segnidalcielo

riferimenti: link