Scienziati rivelano: l’Oggetto Alieno ‘Oumuamua’ è avvolto da uno strato di “isolamento organico”. Potrebbe trattarsi di una Astronave Biologica?

0
108

Nuove misurazioni spettroscopiche hanno rivelato che il primo asteroide di sicura provenienza interstellare mai scoperto ha uno spesso strato esterno di materiali organici: è per questo che avvicinandosi al Sole non ha emesso una coda come quella delle comete, anche se il suo interno probabilmente è ricco di ghiaccio.

Ma molto poco si sa di Oumuamua, da dove viene e di cosa è composto. Gli scienziati hanno avuto relativamente poco tempo per studiare l’oggetto mentre passava attraverso il nostro sistema solare, ma ora attraverso il progetto Breakthrough Listen stanno continuando ad analizzare i dati che sono stati ottenuti attraverso il radiotelescopio di Green Bank in Virginia (USA) e del William Herschel Telescope (WHT) di La Palma.

Il primo visitatore interstellare del nostro sistema solare è avvolto in uno strato di isolamento organico, hanno detto gli scienziati. Oumuamua ha affascinato gli astronomi e il pubblico da quando ha volato attraverso il sistema solare in ottobre. Essendo la prima roccia aliena a viaggiare qui da un’altra stella, è stato immediatamente riconosciuto come molto insolito – ma mentre gli scienziati apprendono di più sull’oggetto, stanno scoprendo quanto sia strano.

La sua stranezza ha persino portato a suggerire che potrebbe essere un artefatto alieno, o addirittura una nave spaziale aliena di tipo biologico, piuttosto che solo un oggetto naturale incredibilmente anormale . Si sa molto poco di cos’è Oumuamua, da dove viene e di cosa è composto. Gli scienziati hanno avuto relativamente poco tempo per studiare l’oggetto mentre passava attraverso il nostro sistema solare, e stanno continuando ad analizzare i dati che sono stati ottenuti.

Prima che la roccia arrivasse, gli scienziati si aspettavano che i visitatori spaziali di questo tipo sembrassero più comete o asteroidi mentre volavano attraverso il sistema solare. Tali oggetti sarebbero stati fatti di ghiaccio che avrebbero comunque lasciato dietro di loro un flusso visibile mentre viaggiavano oltre le stelle calde, suggerirono gliu scienziati.

Ma quando Oumuamua volò oltre il sistema solare, nessuna di tali attività fu rilevata, nonostante volasse vicino al sole durante il suo viaggio. Ora gli scienziati che hanno preso parte a diversi studi hanno rilasciato risultati dettagliati su come è fatta la roccia e di cosa potrebbe essere fatta. Mentre per gli scienziati probabilmente potrebbe essere un corpo ghiacciato come previsto, il fatto strano è che questo oggetto sembra essere avvolto in un cappotto organico che protegge l’acqua congelata all’interno della sua superficie in modo da evitare che sia colpita dal Sole, questo secondo la nuova ricerca.

“Alla fine questo è stato un bel risultato perché ci siamo sempre aspettati che la maggior parte degli oggetti che visiterebbero il nostro sistema solare sarebbero di natura ghiacciata”, ha detto Alan Fitzsimmons della Queen’s University di Belfast e autore principale di uno dei due maggiori nuovi studi su Oumuamua. “È stato un enigma che questa cosa assomigliasse a un grosso pezzo di roccia. Il nostro studio dice che questo oggetto potrebbe essere ghiacciato in natura ma non abbiamo rilevato quel ghiaccio a causa del fatto che è come se fosse stato infuso da radiazioni energetiche durante il passaggio tra le stelle per centinaia di milioni di anni, o anche miliardi di anni”.

Non è certo che Oumuamua abbia del ghiaccio – la conclusione del lavoro del professor Fitzsimmons è solo che non può essere esclusa. Ma questo perché è avvolto da uno strano cappotto organico, e gli scienziati possono vedere solo lo strato molto più sottile nella parte superiore dell’oggetto, ovvero quella più esterna.

Il rivestimento è stato esaminato utilizzando la spettroscopia, che osserva la luce che viene riflessa dalla sua superficie e la scinde nelle sue lunghezze d’onda. Osservando queste misurazioni, gli scienziati possono capire di che cosa possa essere composto l’oggetto. “Quello che non abbiamo visto sono le firme delle rocce che di solito si trovano sulla Terra, o si potrebbe trovare sulla fascia interna degli asteroidi che circondano il nostro sole”, ha detto il professor Fitzsimmons.

Sembrava rosso, ma quando abbiamo guardato attraverso la luce a infrarossi diventava più di colore grigio. Era previsto – è ciò che normalmente tornerebbe dagli oggetti ghiacciati nel nostro sistema solare – ma in realtà non sembra esserci alcuna acqua ghiacciata proveniente dalla superficie. Normalmente, ci si aspetta che il ghiaccio vada via da un oggetto simile mentre vola vicino al Sole, ovvero mentre il ghiaccio si scalda formando la classica coda di una cometa in miniatura.

Gli Ufologi, che sono molto attenti alle analisi scientifiche di questo oggetto misterioso, si dicono convinti che Oumuamua sia una antica nave spaziale extraterrestre che è avvolta da uno schermo biologico come scudo di difesa allo scafo dalle radiazioni cosmiche.

A cura della Redazione Segnidalcielo