Come già tutti sapranno, oggi la NASA farà un altro annuncio, altra sensazionale scoperta. Ma cosa ci diranno di così interessante gli astrofisici della Nasa? Facciamo un po’ di ipotesi visto che dagli Usa, come sempre in queste occasioni, le bocche sono estremamente cucite.
L’incontro con gli scienziati dell’ente spaziale è previsto per le ore 11 (le 17 in Italia) e, secondo le prime indiscrezioni, si parlerà dei risultati ottenuti dal telescopio spaziale Kepler sull’atmosfera dell’ultimo esopianeta scoperto e il più somigliante, per caratteristiche, alla nostra Terra. Sarà possibile seguire l’evento qui. Tutti si aspettano dalla NASA un annuncio riguardante il futuro sbarco su Marte.

Immagine correlata

Alla conferenza stampa, che si terrà presso il centro di ricerca Ames della NASA nella California della Silicon Valley, parteciperanno Mario Perez (ricercatore Nasa a Washington del programma Kepler); Susan Thompson (ricercatrice Nasa presso il SETI Institute di Mountain View in California); Benjamin Fulton (ricercatore presso le Università delle Hawaii a Manoa e al Caltech,California Institute of Technology a Pasadena) e Courtney Dressing (collega di Carl Sagan).

Un annuncio che riguarda la scoperta di un nuovo pianeta?

Il telescopio spaziale Kepler è stato lanciato nel 2009. Dopo una serie di peripezie iniziali, ha cominciato a scoprire e poi studiare pianeti di diverse dimensioni e più o meno vicini alla cosidetta zona abitabile (l’intervallo di distanza tra un pianeta e una stella dove l’acqua potrebbe esistere allo stato liquido). Nei dati raccolti durante la sua missione, Kepler ha rilevato centinaia di pianeti e candidati allo status di pianeta, che variano per dimensioni e distanze orbitali dalle proprie stelle madri. Tra le tante novità emerse c’è quella che nella nostra galassia (la Via Lattea), ci potrebbero essere più pianeti che stelle!

Risultati immagini per nasa, exoplanet

Attualmente gli esopianeti scoperti fuori dal nostro Sistema Solare sono circa 3.500 e il numero aumenta sempre di più. Kepler ci ha fatto capire che esistono Sistemi solari tipo il nostro. Ogni stella messa sotto osservazione, infatti (per adesso quasi 600), ha una serie di pianeti che le orbitano intorno. Se andiamo avanti con le caratteristiche sappiamo che i pianeti più simili alla nostra Terra sono, per adesso, almeno una ventina.

Risultati immagini per nasa, exoplanet

In attesa del nuovo Telescopio Spaziale James WEBB

loading...

Ma per una più accurata ricerca e per avere risposte certe, riferite ad una eventuale presenza di atmosfera, servono strumenti più potenti di quelli in dotazione di Kepler. Quelli attualmente in servizio permanente effettivo non bastano. Nell’ottobre 2018 sarà lanciato il telescopio spaziale James Webb, un “mostro” di quasi sette metri di diametro, il successore scientifico di Hubble, che tante soddisfazioni ha già dato. E allora ne vedremo sicuramente delle belle. Gli esopianeti scoperti fino ad ora hanno dato grandi soddisfazioni, ma la caccia al pianeta più incredibile continua: si attende solo il gemello della Terra più gemello di tutti gli altri.

A cura della Redazione Segnidalcielo

loading...