Stati Uniti, un medico anestesista (semi pensionato) dichiara: “Con le mie fotografie ho dimostrato che gli ALIENI ESISTONO”. Il dott. Richard O’Connor, 60 anni, ha scattato quasi 280.000 foto utilizzando due telecamere con rilevatore di movimento incorporato,  apparecchiature che sono puntate e bloccate nel cielo nella sua casa di Helena, Montana (USA). Secondo lui le ultime fotografie documentate dalla macchine fotografiche, includono le prove a lungo ricercate da tutti gli esperti UFO, ovvero, la presenza degli UFO (oggetti volanti non identificati).

Risultati immagini per Dr. Richard O'Connor UFO

L’anestesista semi-pensionato al St. Peter’s Hospital di Helena, afferma che non ci sono altre spiegazioni logiche per la sequenza di cinque immagini che mostrano un oggetto che vola attraverso i cieli. Ha detto: “Secondo me, anche uno scettico incallito direbbe” Wow , questo è quello che mi aspetto che un UFO possa sembrare. Queste fotografie sono la prova che gli UFO sono reali.”

Dopo averli pubblicati online, è infuriato un dibattito tra la comunità UFO, con alcuni suggerimenti degli scettici,  che non avendo mai visto in vita loro un UFO,  dichiarano che le fotografie del medico erano false o non prove conclusive. Ora il Dr O’Connor sta arruolando più esperti di fotografia per esaminare le sue immagini. Il Dr O’Connor è stato a lungo sostenitore della teoria che i cerchi nel grano siano craeti dagli alieni e dirige la Crop Circles Research Foundation. È anche un sostenitore dell’incidente del 1947 a Roswell “UFO crash” nel Nuovo Messico attraverso la sua amicizia con Jesse Marcel Jr, di cui si dice che il padre, il maggiore Jesse Marcel, gli abbia mostrato, quando aveva solo 10 anni, pezzi di relitto del presunto incidente UFO in quel momento. Il dottor O’Connor ha installato due videocamere di Reconyx Hyperfire PC 900 Trail alte 30 piedi nell’angolo sudorientale della sua casa, sperando di cogliere qualche prova di UFO, in attesa dunque della messa in moto del rilevatore di movimento.

Immagine correlata

Le fotocamere scattavano 20 foto ad intervalli di un secondo se attivate e questo lo ha visto scattare su diversi uccelli, scoiattoli e cime degli alberi mosse dal vento. Ma alla fine ha scattato quello che dice di aver cercato – prova di UFO nei cieli – quest’inverno. Ha detto: “Fondamentalmente quello che vedi è una superficie molto simmetrica, liscia e riflettente che sembra avere la sua fonte di luce.” Dice di non sapere come manipolare le immagini e ha inviato le foto al Centro nazionale di segnalazione UFO (NUFORC) che indaga e mantiene un database di avvistamenti UFO. Peter Davenport, capo della NUFORC, li ha inviati a un analista fotografico per ulteriori indagini. L’analista senza nome ha dichiarato: “In conclusione, penso che le immagini siano reali, ma restino un mistero.”

Sospetto le luci nella prima e nell’ultima foto sono riflessi del sole su qualcosa piuttosto che su qualsiasi sistema di propulsione. “Quindi,Io concludo che è un enigma da risolvere piuttosto che un falso. “Tuttavia, un analista separato che aveva analizzato le fotografie, suggerì che erano” falsi al 100% “, facendo arrabbiare il dottor O’Connor che aveva giurato di sottoporsi a un test della verità. Ovviamente si cerca di sceditare e ridicolizzare coloro che portano le prove sulla presenza UFO nei cieli di tutto il mondo. Una questione scomoda per chi è seduto sulla poltrona a dettare legge e schiavizzare.

Il dottor O’Connor ha aggiunto: “Quello che vedi è ciò che è venuto fuori da quella telecamera”. Meritano di essere studiati in uno “studio scientifico ben finanziato e imparziale per determinare se veniamo visitati”. Un terzo analista gli ha dato più speranza, riportando: “Questa foto è interessante. I colori dell’oggetto assomigliano al cielo blu e alle nuvole circostanti. “Ciò si verificherebbe naturalmente con oggetti argentei altamente riflettenti.” Il fatto che fosse un frame di 1/20 secondi esclude palloncini o altri oggetti creati dall’uomo. “Indica anche gli oggetti decelerano e accelerano e tenuto in posizione per un solo fotogramma, in quanto non vi è alcuna linea di movimento allungata che si sarebbe verificata se la velocità fosse costante. “Il dott. O’Connor ha aggiunto:” Sono interessato alla verità “. Se sono oggetto di critiche devo andare fino in fondo.

A cura della Redazione Segnidalcielo