Triangolo delle Bermuda: trovata la città di Atlantide o si tratta di una base sottomarina Aliena? Il Triangolo delle Bermude o” Triangolo del Diavolo”, è un’enorme area dell’Oceano Atlantico, che ricopre una superficie di circa 1.100.000 km quadrati, racchiusa in un triangolo perfetto di cui i tre vertici corrispondono all’arcipelago delle Bermude (Nord), all’isola di Porto Rico (Sud) e alla Penisola della Florida (Ovest).

Gli abissi marini di questa zona hanno una profondità di circa 9.000 metri e a partire dal 1800, il Triangolo delle Bermude è stato sempre al centro dell’attenzione in quanto, in quest’area si sono susseguiti eventi misteriosi e inspiegabili: navi scomparse improvvisamente e poi ricomparse senza equipaggio; aerei scomparsi dai radar di cui si sono perse definitivamente le tracce.

L’area è tra le più trafficata tra le  rotte di navigazione del mondo, con  navi che spesso attraversano questa zona per raggiungere i porti delle Americhe, dell’Europa e le isole dei Caraibi. Recentemente, un popolare canale YouTube, The Infographics Show, ha tentato di risolvere questi misteri: l’ipotesi , tra le altre possibilità, è che la città perduta di Atlantide, sia negli abissi all’interno della vasta area triangolare.

Il mito di Atlantide

Molti credono che la storia di Atlantide sia solo un mito creato da Platone, mentre altri  sostengono che la leggenda sia assolutamente basata su fatti storici realmente accaduti, imputabili ad un’ improvvisa catastrofe naturale. Secondo il racconto del filosofo greco, Atlantide era un vero e proprio impero: una parte immensa del mondo, caratterizzata da montagne e pianure, che sprofondò negli abissi  in un giorno soltanto“.

Le teorie attuali

Una tra le ipotesi attuali, riguarda proprio l’area all’interno del Triangolo delle Bermude: alcuni sostengono che, nei fondali della zona siano state individuate delle autentiche e singolari strutture, riconoscibili in vere e proprie “piramidi di cristallo“: continui produttori di energia magnetica per sostenere le attività di Atlantide e controllare addirittura le forze della natura.  Queste strutture potrebbero essere la causa dell’affondamento della navi e dei velivoli che attraversano il Triangolo delle Bermude.

Una possibile civiltà extraterrestre?

Secondo un’altra teoria, molto sostenuta, è, che al centro delle sparizioni nell’area, ci sia una civiltà aliena e una base sottomarina: questo spiegherebbe secondo alcuni, sia le sparizioni che le perturbazioni elettromagnetiche in quell’area.

Il narratore del video, ammette che al momento queste teorie mancano di riscontri scientifici e di prove scientifiche: secondo la sua opinione, la spiegazione potrebbe essere molto più semplice: le navi ad esempio, potrebbero affondare a causa dell’aumento dei livelli di “idrati di metano“, che producono gas e riducono nettamente la densità dell’acqua.

Anche le nuvole esagonali sono state discusse come una possibile risposta ai misteri, insieme alle forti raffiche di vento che sfiorando i 170 km orari, potrebbero mandare un veicolo fuori rotta, provocando anche onde di tsunami. Infine è noto che la nebbia eletttronica, interferisca con tecnologia sensibile a bordo della navi.  Tuttavia, non si smette di cercare Atlantide che ancora rimane avvolta nel mito e nel più assoluto mistero.

di Monique El

via Segnidalcielo