Mentre ci avviciniamo alla Rivelazione Aperta della Presenza Extraterrestre sulla Terra, la prossima domanda logica sarà “Come comprendiamo e comunichiamo con le razze ET intelligenti?” Tuttavia, le prove dimostrano che alcuni extraterrestri stanno già preparando l’umanità ai cambiamenti ambientali e hanno aperto a varie possibilità verso il “contatto” già da molti decenni, usando varie forme di comunicazione, sia sottili che dirette. Quando parliamo di comunicazioni sottili intendiamo la percezione ESP, la chiaroveggenza e poi la forma di contatto più utilizzata di linguaggio universale, la Telepatia.

Rammentiamo ad esempio il film “Primo Contatto” (The First Contact) la storia accaduta realmente a Darryl Anka, artista e ricercatore UFO che, dopo un incontro ravvicinato con un UFO, diventa un “tramite” (canalizzatore) per una entità extraterrestre chiamata Bashar, cui i potenti messaggi, servivano in qualche modo a preparare l’Umanità per il contatto con una razza extraterrestre.

Nonostante il film  che esplora il contesto delle canalizzazioni (contatti telepatici) e il potenziale impatto positivo di un contatto ET sulla nostra società,  sembra che il film in qualche modo, come tutti gli altri film di ET / UFO, è parte di una programmazione predittiva, per far conoscere al pubblico i cambiamenti sociali (futuri) programmati appunto,  per essere poi applicati per il bene delle generazioni future, per il futuro di Madre Terra.

Dal contatto fisico alle Abductions, i contatti stanno già accadendo tra i civili e personale militare, comunicando verbalmente, telepaticamente o attraverso immagini proiettate; attraverso il complesso simbolismo geometrico e simile al SETI e alle Formazioni delle colture autentiche, ovvero i Crop Circle. Il Serg. Maggiore dell’esercito americano Robert Dean è convinto che una vasta manifestazione extraterrestre, comprendente in special modo le razze aliene con fattezze umane a cui siamo più vicini, avrà prossimamente luogo e già stanno preparando la gente alla loro presenza attraverso le migliaia di avvistamenti UFO recenti.

varie modalità di contatto potrebbero avvenire tramite forme geometriche, simboli e telepatia

Robert Dean nelle sue con ferenze mondiali, denuncia anche la disinformazione orchestrata dai nostri governi e dai proprietari attuali dei grandi media perché continuano a tentare in tutti i modi di screditare i numerosi contattisti e i testimoni di materializzazioni di UFO attraverso il mondo.

Nella sua presentazione della conferenza, il Dr. Alan Foster  (riercatore UFO, da 18 anni si dedica anche alla ricerca dei cerchi nel grano o Crop Circle Formation) denuncia quanto detto anche da Robert Dean e sottolinea la necessità per l’umanità di esaminare tutte le prove disponibili del “Contatto”, al fine di comprendere le varie forme di comunicazione e interazione. Ciò favorisce anche la nostra consapevolezza che l’umanità ha capacità non ancora sfruttate che non si sono ancora sviluppate.

A cura della Redazione Segnidalcielo

L’articolo UFO DISCLOSURE: le Prove di comunicazioni con Intelligenze Extraterrestriproviene da Segni dal Cielo.