Il colonnello Ross Dedrickson lavorava come manutentore nell’inventario delle scorte di armi nucleari per l’Atomic Energy Commission degli Stati Uniti (AEC) nel 1950. Ha ricevuto anche l’incarico per assistere il team di sicurezza e di monitoraggio.

Le sue responsabilità comprendevano la produzione di armi nucleari e di garantire la qualità in Albuquerque, gestione di Pacific Nuclear Test Area nella parte occidentale delle Hawaii, e l’ispezione degli impianti in tutto il paese, sia nucleari e non nucleari. Fu messo al 5 ° Air Force in Giappone, all’epoca ha servito come ufficiale responsabile del comando unificato del Pacifico alle Hawaii. È stato trasferito alla Divisione Air 832 di Canon Air Force Base a Clovis, New Mexico e servito come vice comandante. Nel 1964, si ritirò dalla USAF.

Il suo verificato background professionale, lo rende uno degli informatori più credibili tra i militari. Le sue testimonianze che coinvolgono gli UFO e le armi nucleari possono ora essere confermata con le informazioni e le prove di dominio pubblico.

Dedrickson spiega come il governo degli Stati Uniti ha tentato di far esplodere un ordigno nucleare sulla Luna. Il piano che è stato chiamato Progetto A119 serviva a testare la capacità delle armi nello spazio, per ottenere una maggiore comprensione sulla detonazione di ordigni nucleari all’interno dell’ambiente spaziale.

Tuttavia, Dedrickson rivelato che alieni hanno distrutto un paio di testate nucleari inviate nello spazio. Ha dichiarato che il governo, ha provato a mandare un ordigno nucleare da far esplodere sulla Luna.

Questo test, lanciato alla fine degli anni ’70 e prima anni ’80, serviva per ricevere misurazioni scientifiche e altre cose, ma gli extraterrestri hanno distrutto l’arma prima che raggiungesse alla luna.

via AlienOrigins

loading...